Teatro dell’Oppresso di Casablanca e Cantieri Meticci insieme al Centro Zonarelli

M2

DOMENICA 8 NOVEMBRE alle ore 21. Il Progetto MigrAction, realizzato con il sostegno finanziario dell’Unione Europea e dei fondi otto per mille della Chiesa Valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi) nell’ambito del progetto Europeo « Les OMD pour les OMD », Les Organisations de Migrants pour le Développement pour l’atteinte des Objectifs du Millénaire pour le Développement, è stato scritto da Asmaa Kherrati in collaborazione con l’Associazione Sopra i Ponti, la compagnia teatrale Cantieri Meticci e T.O.C, thèatre de l’opprime de Casablanca è caratterizzato da una dimensione transnazionale con un focus sull’espressione teatrale e sulla connessione che punta a creare tra giovani delle due rive del Mediterraneo che, attraverso il progetto, scopriranno di confrontarsi con problemi sorprendentemente analoghi, contrariamente a quanto pensa l’opinione comune.  La collaborazione di carattere transnazionale sfocerà in una performance finale che avrà luogo l’8 Novembre presso il Centro Zonarelli; questa sarà accompagnata da seminari ed incontri tra i partner del progetto. Inoltre, l’incontro tra gli attori permetterà di consolidare il partenariato tra Nord e sud del mondo grazie alla partecipazione dell’artista Hicham Belaudi e alla rete di associazioni, già esistente, che si occupa di teatro dell’oppresso di cui fa parte T.O.C e che unisce associazioni localizzate in Francia, Spagna, Senegal e Marocco a cui si verrebbe ad aggiungere eventualmente anche quella italiana. 
Il territorio in cui il progetto si svolgerà è la città di Bologna e verrà data visibilità e importanza ai luoghi caratterizzati dalla frequentazione di migranti e rifugiati, come i centri di accoglienza istituzionali, il centro interculturale cittadino, la biblioteca centrale. Le attività avranno comunque ripercussioni anche in altri territori italiani (grazie alla promozione sul web) e in Marocco dove risiedono i partner del progetto.
Il progetto prevede le seguenti attività:

1. Tre Workshop interculturali (musica, teatro, storytelling) aperti a tutti i cittadini
2. Realizzazione di una performance teatrale “Il lavoro è condotto principalmente dall’artista marocchino Hicham Belaudi del Teatro dell’Oppresso di Casablanca e i Cantieri Meticci.

“Da alcuni anni molti sono i migranti provenienti da diversi paesi dell’Africa Subsahariana che restano intrappolati sul suolo marocchino nel tentativo di raggiungere l’Europa, finiscono per permanervi anche per anni in condizioni precarie e irregolari e si trovano ad essere vittime di quegli stessi stereotipi negativi che colpiscono i migranti sul suolo europeo. Proprio nell’ottica di combattere il nascente fenomeno del razzismo diverse associazioni a Casablanca si stanno muovendo per promuovere azioni di sensibilizzazione utilizzando spesso proprio il teatro, così come viene fatto in Italia. 

Il progetto si prefigge i seguenti obiettivi: 
1) Informare e sensibilizzare la società civile e in particolare i giovani sulle tematiche legate alla lotta ai pregiudizi e agli stereotipi 
2) Connettere realtà culturali che, dalle due rive del Mediterraneo, operano sullo stesso terreno e con strumenti analoghi per costruire un partenariato transnazionale dal basso che parta dal protagonismo dei migranti
3) Valorizzare il coinvolgimento delle associazioni migranti e dei giovani come attori dello sviluppo.

PER SAPERNE DI PIU’ VAI SULLA PAGINA FACEBOOK DEL PROGETTO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...