azadeSpettacolo teatrale 26 novembre 2018 ore 18.00 / 20.00 al Centro Interculturale Zonarelli Via Sacco 14 Bologna bus 20-21. Il “nostro mare”. Donne sopravvissute raccontano. Ideazione e regia Azadeh Ahmadian Autore Shahab Ahmadian. Io mi chiamo Soccesse ma in Italia mi chiamano Federica. Io mi chiamo Happy ma in Italia mi chiamano Maria. Circa cinque milioni di anni fa, il Mar Mediterraneo era una vallata profonda e secca che divideva tre continenti: Europa, Africa e Asia, fino a quando un cataclisma fece una breccia nel muro di contenimento dell’oceano Atlantico ad ovest, verso l’odierna Gibilterra. In un processo durato molti, molti anni, una gigantesca cascata di acqua ha incominciato ad inondare l’intero bacino mediterraneo, facendo nascere un nuovo mare. Con Azadeh Ahmadian, Shahab Ahmadian, Oyaro Omowumi, Owoyemi Soccesse Prosper Anabel e donne delle Associazioni del Centro Interculturale Zonarelli. Sculture di Shirin Adherafinejad Performance musicale con Associazione Lulian. Nell’ambito del Festival la Violenza Illustrata.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...