Oggi allo Zonarelli è arrivata una signora che fa parte dell’Associazione Sri Lanka Sanvidanaya.

E’ venuta perché nel week end, nella sala Polivalente, si svolgono dei corsi di lingua cingalese a cura dall’Associazione di cui fa parte, e sono molti i bambini nati in Italia ma di origine cingalese che vi partecipano.

L’Associazione Sri Lanka Sanvidanaya, ente no profit composto esclusivamente da volontari, è infatti attiva da anni nel preparare corsi di lingua madre per figli di immigrati.

I corsi servono a mantenere un legame tra la cultura cingalese dei genitori, e quella italiana in cui i figli crescono.

C’è stata una forte immigrazione in Italia dallo Sri Lanka, racconta la signora, perché l’isola è stata contesa da parte delle due comunità che la abitano durante una guerra più che trentennale.

Le due fazioni in lotta, la maggioranza cingalese e la minoranza Tamil, hanno lottato per ottenere la sovranità sull’intero territorio, e nonostante adesso si sia raggiunto un accordo di pace, ci sono stati numerosi morti.

E’ stata la devastazione portata dal conflitto, che ha convinto molte persone a scappare e abbandonare le proprie case, per cercare una vita migliore in luoghi lontani dove poter vivere in pace.

A Bologna, in particolare, la comunità cingalese è  abbastanza numerosa e l’Associazione attualmente conta settanta soci tra cui la signora oggi presente, insegnante volontaria di lingua Madre.

Mentre mi parla, mi racconta non solo dei corsi che tiene, ma anche della sua esperienza di migrazione, e delle attività che l’Associazione svolge sul territorio bolognese.

In particolare, lei ha avuto la fortuna di essere stata aiutata da una Dottoressa dell’Ospedale Villa Baruzziana e dal presidente di Sri Lanka Sanvidanaya, con cui è entrata in contatto una volta arrivata in Italia.

Il presidente ha studiato in Italia, ed è da sempre titolare di questa carica in quanto molto attivo nella vita della comunità, attento nell’organizzare feste e celebrazioni ad ogni ricorrenza religiosa.

Curioso è infatti che lo Sri Lanka abbia da sempre una tradizione di tolleranza e pluralismo religioso: nella comunità cingalese, coesistono e collaborano diverse tradizioni, quella cattolica, buddista e musulmana.

A dimostrazione di ciò, particolare è stata la messa del 28 aprile, celebrata in italiano dall’Arcivescovo Matteo Maria Zuppi davanti ad una platea di cingalesi in preghiera.

Alla messa erano presenti anche un rappresentante della comunità musulmana cingalese, un monaco buddista cingalese, ed è arrivata a contribuire anche la Comunità Tamil.

Attualmente in Sri Lanka vige infatti un periodo di pace tra cingalesi e Tamil, e l’isola sembra aver recuperato una situazione di civile convivenza.

E’ con un’espressione cupa, però, che improvvisamente mi parla dei tragici fatti avvenuti a fine aprile, in cui un’attentato di matrice islamica ha tolto la vita a numerose persone che stavano celebrando la Pasqua Cristiana.

Sembra che l’attentato sia stato voluto da una corrente radicale dell’Islam, per spezzare questa tradizione di tolleranza interreligiosa e riportare l’Isola nei suoi anni più bui.

Ma la signora con cui parlo è una donna forte, e subito dopo aver rievocato gli attentati del 25 aprile, sorride e mi racconta di quanto le piaccia la città di Bologna, di quanto sia fortunata ad aver scelto questo come luogo di arrivo in cui vivere e crescere i propri figli.

Per chi fosse interessato a conoscere meglio la cultura cingalese, ad approfondire anche le recenti problematiche tra comunità cristiana e musulmana, l’Associazione allo Zonarelli compie numerosi incontri aperti alla cittadinanza, ed ha un profilo FB completo di foto e video, anche dell’ultima celebrazione religiosa sovradescritta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...